Trend Energy Manager

 


J Medical Italia

Il J Medical è un centro poliambulatoriale, diagnostico, fisioterapico e di medicina sportiva, situato all’interno di un’area, contigua al J Museum, nel Settore Est dello Juventus Stadium di Torino.


 


Questa struttura sanitaria d’eccellenza, si sviluppa su una superficie di 3500 m2 e nasce da un progetto ideato dalla Società calcistica Juventus, bel nota a tutti, e dal Santa Clara Group, riferimento da più di trent’anni nel settore della Sanità, Diagnostica, Analisi, Prevenzione e Riabilitazione.
 
Il J Medical oltre ad avere il compito di curare i giocatori della Juventus, opera anche al servizio di pazienti privati con un’équipe di 60 specialisti di primo livello e con macchine diagnostiche di ultimissima generazione, come per esempio il tapis roulant anti gravitazionale. Al suo interno sono presenti un centro di riabilitazione all’avanguardia, concepito sugli ultimi standard utilizzati per gli atleti professionisti, ambulatori polispecialistici e due sale operatorie per interventi di chirurgia ambulatoriale, il tutto gestito secondo un moderno modello organizzativo che consente al paziente di programmare il proprio percorso senza perdite di tempo.

Per garantire il massimo livello di qualità dell’aria e comfort all’interno dei “delicati” ambienti operativi del J Medical, la società StudioIdueCi di Torino che ha curato la progettazione del J Medical, ha previsto dal punto di vista impiantistico, un sistema idronico con potenza installata termica pari a 335 kW e Frigorifera pari a 400 kW.
 
Dal punto di vista termico la struttura è connessa, mediante appositi scambiatori, al sistema di teleriscaldamento presente in tutta l’area in cui è situato il Juventus Stadium mentre, dal punto di vista frigorifero, operano due gruppi da 200 kW ciascuno.

Oltre ai sistemi di produzione dei fluidi caldi e freddi, sono presenti nove unità di trattamento aria di cui due dotate di batterie di recupero e dedicate alle sale operatorie. Le altre, tutte equipaggiate di recuperatore di calore statico, sono destinate: una alle palestre, una alla zona diagnostica, una alla zona piscina e idroterapia e due a fornire aria primaria alle aree comuni, dove il clima è regolato in modo fine dal punto di vista termoigrometrico con circa 60 fan coils a 4 tubi.

Anche la progettazione del sistema di controllo si è basata sui principi di massima qualità ed affidabilità, oltre che di scalabilità ed apertura del sistema. Tutto il BEMS Trend Control Systems installato, infatto, è completamente BACnet nativo e liberamente programmabile, le singole strategie di controllo applicate ai vari controllori, sono state studiate insieme ai progettisti per soddisfare al massimo le esigenze dei diversi ambienti operativi, fin dal primo giorno di attività.

Grazie alle sue caratteristiche di flessibilità ed apertura, il sistema Trend permette un regolare continuous commissioning che ne manterrà elevate nel tempo le prestazioni di controllo ed energy management. 
La rete IP è la dorsale principale per la comunicazione BACnet dei controllori al servizio delle centrali, mentre per le unità terminali è stata prevista una comunicazione su bus di tipo RS 485 con protocollo BACnet MSTP e l’intero sistema è supervisionato mediante il nuovo sistema Trend IQVision.
 
L’apertura del sistema Trend ha permesso, inoltre, di soddisfare anche l’esigenza di interfacciare l’intero BEMS del J Medical, con il vecchio sistema di supervisione esistente al servizio dello Juventus Stadium.
Tutte le strategie di controllo sono ottimizzate per garantire il miglior bilancio energetico senza scendere a compromessi con i livelli di qualità ambientali. I diversi motori in campo sono equipaggiati di inverters, Variable Speed Drivers, sono gestiti con evolute logiche di controllo, sensoristica di pressione, temperatura umidità e, come nel caso della portata dell’aria nelle aree comuni, anche con specifiche sonde di misurazione dell’anidride carbonica.

Il sistema tecnologico al servizio del J Medical è programmato per funzionare secondo logiche di tipo OSS (Optimum Start-Stop) e in generale sono state implementate ovunque logiche di funzionamento estremamente efficienti dal punto di vista energetico.

Per le aree comuni sono state implementate funzionalità di free coling e night purge, sulle unità di trattamento aria sono stati impiegati blocchi di programmazione specifici per ottimizzare il controllo termoigrometrico, quali per esempio il blocco operatore “Psicrometrie” che calcola in tempo reale, a partire dai dati di temperatura e umidità relativa, in modo estremamente preciso e dinamico, pressione del vapor saturo, pressione del vapore, entalpia, contenuto di umidità e dew point, permettendo di sfruttare al massimo in ogni momento le macchine, risparmiando energia e garantendo le condizioni richieste in ambiente.

Altro blocco operatore estremamente importante per il controllo delle corrette funzionalità del sistema tecnologico è lo “Sliding Window”, che calcola in tempo reale, per ciascuna grandezza monitorata, i valori minimo, massimo e medio nel periodo di interesse, inoltre effettua il controllo della deviazione dei dati rispetto a delle soglie impostate, emettendo degli allarmi automatici istantanei in caso di anomalie.
Il BEMS Trend realizzato nel J Medical è già predisposto per l’implementazione del sistema Trend Energy Manager che permette di effettuare tutta una serie avanzata di analisi e reportistiche utilissime per migliorare ulteriormente le prestazioni energetiche del sistema, evidenziando le aree di spreco energetico, riducendo costi di gestione e le emissioni di CO2 della struttura.

L’impiego del Trend Energy Manager, inoltre, massimizza il ritorno dell’investimento effettuato sul sistema BEMS Trend, permettendo di analizzare in profondo dettaglio tutti i consumi energetici e le loro correlazioni con i parametri ambientali interni ed esterni, facendo risparmiare tempo nell’elaborazione di analisi e reports energetici e dimostrando i benefici economici legati alle strategie di energy management applicate sul sito.
Il J Medical, perciò, risulta una realizzazione all’avanguardia non solo dal punto di vista sanitario ma anche dal punto di vista tecnologico e gestionale, essendo un esempio di un’imprenditorialità sana, al servizio della Gente oltre che attenta all’ “impronta” ambientale delle proprie azioni, vera eredità per le generazioni future.